Giovedì, 29 Luglio 2021

Funerali di Elisa Campeol, il parroco: «Sostegno anche alla famiglia del killer»

Martedì 6 luglio, alle ore 16, l'arrivo del feretro davanti al Duomo di Pieve di Soligo. Letti i passi del Vangelo che la 35enne aveva pubblicato su Facebook, don Nadal: «Vicinanza a entrambe le famiglie»

Martedì 6 luglio Pieve di Soligo ha dato l'ultimo commosso saluto alla 35enne Elisa Campeol. Cinquecento persone sono arrivate nel pomeriggio nel Duomo di Santa Maria Assunta. A celebrare il funerale è stato Don Giuseppe Nadal, parroco di Pieve di Soligo.

Silenzio e raccoglimento, alle ore 16, quando l'autobara è arrivata sul sagrato. Già dal primo pomeriggio la chiesa aveva iniziato a riempirsi e sono stati diversi i fedeli rimasti fuori. Nell'omelia Don Giuseppe Nadal ha detto: «Condividiamo il grande dolore dei familiari di Elisa. Questa morte suscita in noi sgomento, dolore e tante domande: il dolore è doppio perché Elisa ci ha lasciati in un modo davvero inaspettato. Non ci sono risposte immediate a tragedie simili: psicologi e criminali il compito di darci spiegazioni affinché episodi come questo non si ripetano più. Noi oggi possiamo cercare nella parola di Dio qualche spiraglio di luce».

Circa un mese fa, Elisa aveva pubblicato su Facebook, per due volte, alcuni passi del Vangelo dedicato al buon grano e alla zizzania che crescono insieme fino alla mietitura. Una parabola letta proprio durante la cerimonia e commentata da Don Giuseppe Nadal con queste parole: «Il campo raccontato nella parabola è il mondo, Elisa era il grano buono. La zizzania sono i figli del maligno e chi la semina è il diavolo. Spesso sogniamo un mondo in cui ci sia solo il grano buono ma ci vuole pazienza perché anche la zizzania si trasformi in grano». Un chiaro riferimento all'assassino di Elisa, Fabrizio Biscaro. «Anche per i suoi familiari ci sia rimedio e salvezza» ha concluso il parroco di Pieve di Soligo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Funerali di Elisa Campeol, il parroco: «Sostegno anche alla famiglia del killer»

TrevisoToday è in caricamento