menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'intervento

Un momento dell'intervento

Bimba cade in un pozzo di 15 metri dentro una grotta: la salva l'elisoccorso

L'incidente è avvenuto in una galleria della Grande Guerra sul Monte Grappa. Per la piccola una probabile lesione al mento e ad un polso

Alle 16.10 circa il Soccorso alpino della Pedemontana del Grappa è stato allertato per una bambina caduta, dalle prime informazioni, per qualche metro in una trincea sul versante vicentino del Monte Grappa (Campo Solagna). In realtà una famiglia di Romano d'Ezzelino (VI), madre, padre e quattro bambini, durante una passeggiata lungo la Strada delle Penise era entrata in una galleria della Grande Guerra che penetra nella montagna per una cinquantina di metri e termina in un pozzo alto una quindicina aperto nel terreno. Ed è qui che una bimba di 4 anni, non vedendolo nell'oscurità, era caduta. Scattato l'allarme lanciato dai genitori, l'elicottero del Suem di Treviso emergenza giunto sul posto ha sbarcato equipe medica e tecnico di elisoccorso.

Inoltratisi nella galleria, mentre l'eliambulanza volava a imbarcare tre soccorritori in supporto alle operazioni - saliti poi fino all'ingresso della grotta con l'ambulanza del Suem - il tecnico di elisoccorso ha allestito un ancoraggio, mentre le bambina sotto rispondeva e si mostrava collaborativa. Uno dei tecnici è quindi stato calato, ha assicurato la bimba dotandola di caschetto e assieme sono stati recuperati. Dopo che il personale medico le ha prestato le prime cure per un probabile trauma al mento e al polso, assieme ai vigili del fuoco da Treviso e Basssano del Grappa è stato completato il recupero. La bambina è stata quindi imbarcata e trasportata all'ospedale di Treviso per le cure del caso.

Alle 16.30, invece, circa il Soccorso alpino delle Prealpi Trevigiane è stato allertato, a seguito della segnalazione dei familiari di una sessantaduenne di Farra di Soligo, uscita dalla propria abitazione questa mattina alle 11 senza più farvi ritorno. Otto soccorritori con un'unità cinofila da ricerca di superficie si sono divisi in due squadre e hanno iniziato a perlustrare la zona attorno all'abitato, assieme a vigili del fuoco e carabinieri. Fortunatamente poco dopo la donna è stata rintracciata lungo la strada che porta a Collagù. Stava bene, ma in via precauzionale è stata controllata dal personale sanitario di un'automedica. L'allarme è quindi cessato.

salt_20210313_193101_524-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento