menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conservatorio di Castelfranco: emendamento per tenerlo aperto

A presentarlo la senatrice trevigiana di Fare Patrizia Bisinella: "E' per fare in modo che la Provincia continui a pagare l'affitto"

CASTELFRANCO VENETO La senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella ha presentato un emendamento alla Legge di Stabilità per garantire la sopravvivenza del Conservatorio “Steffani” di Castelfranco Veneto. «L’emendamento punta a fare in modo che la Provincia di Treviso continui a pagare l’affitto della sede a Villa Barbarella, all’interno delle mura del castello, anche dopo la fine dell’anno – afferma la senatrice Bisinella –. L’emendamento in particolare è volto a far sì che fino al completamento del riordino del sistema dell’Alta formazione Artistico-Musicale permangano in capo alle Province, e agli enti che ne assorbano le funzioni, le competenze previste nei confronti dei Conservatori, anche per gli oneri sostenuti in anni pregressi".

Sul caso – dice ancora Bisinella -  è stata presentata una modifica anche da parte di due parlamentari del Pd, che sottoscriverò a mia volta. Bene che vi sia un'azione trasversale. La stabilità verrà votata al Senato venerdì con la fiducia su di un maxiemendamento del Governo che conterrà ben poche modifiche, di conseguenza continueremo la battaglia per salvare il nostro conservatorio alla Camera, dove il testo approderà la prossima settimana e dove c’è più probabilità di accoglimento di istanze di questo tipo». «Per quanto ci riguarda più sostegno c’è e meglio è – il  commento di Paolo Troncon, Direttore del Conservatorio “Steffani” -. Non posso che ringraziare per l’impegno a livello parlamentare». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento