Cronaca

Entra nel server della sua ex azienda: informatico condannato a cinque mesi di carcere

Sotto accusa per accesso abusivo a un sistema informatico, un 40enne coneglianese dovrà anche versare ai suoi ex datori di lavoro 5 mila euro a titolo di risarcimento danni

CONEGLIANO Dopo essere stato licenziato dall'azienda per cui lavorava, si sarebbe introdotto nel server della società, protetto da misure di sicurezza, al fine, pare, di danneggiare gli ex datori di lavoro. Almeno questa è la ricostruzione della Procura di Venezia che ha promosso l'azione penale nei confronti di un 40enne di Conegliano. Finito a processo di fronte al giudice di Treviso Cristian Vettoruzzo per rispondere del reato di accesso abusivo a un sistema informatico, l'uomo è stato condannato a 5 mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena.

A trascinarlo in tribunale sono stati i vertici della sua ex azienda, che si occupa di programmi multimediali, che si è costituita parte civile con l'avvocato Luca Milanese ottenendo una provvisionale di 5 mila euro a titolo di risarcimento danni che verranno poi quantificati per intero (la parte civile ne ha chieti 40 mila) in sede civile.

Inizialmente la ditta informatica aveva sporto denuncia contro ignoti dopo aver scoperto che qualcuno aveva violato i sistemi di sicurezza ed era riuscito a introdursi nei server del database aziendale. Diversi accessi che si sono succeduti con frequenza nel giro di sette giorni, dal 18 al 24 maggio 2013. La Procura di Venezia aveva raccolto la denuncia della società e dato mandato alla polizia postale di Treviso di effettuare le indagini.

Gli inquirenti, dopo settimane di accertamenti, erano riusciti a individuare l'indirizzo IP del computer che aveva violato il sistema di sicurezza. Ottenendo anche i tabulati dalla Telecom per quanto riguarda le intestazioni dei contratti telefonici, il computer utilizzato è risultato essere quello dell'abitazione dell'ex dipendente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra nel server della sua ex azienda: informatico condannato a cinque mesi di carcere

TrevisoToday è in caricamento