menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto il tribunale di Belluno

In foto il tribunale di Belluno

La Procura sequestra l'eredità da 20 milioni lasciata da un clochard

Un clochard bellunese ha lasciato la grossa somma a un ex immobiliarista trevigiano, ma ora spunta un altro testamento che complica le cose

Un’eredità da venti milioni di euro è stata sequestrata dalla Procura della Repubblica di Belluno. Il tesoro apparteneva a Guido Duccio Ricci, clochard milionario deceduto lo scorso 11 settembre nel Bellunese che avrebbe lasciato tutto il suo possedimento all’ex immobiliarista trevigiano Antonio Fanna.

Fanna, dopo la scoperta, aveva in un primo momento smentito la notizia ma poi, sbollita la situazione, aveva fatto sapere di non essere interessato all’eredità. La vicenda si è complicata quando il medico di base del clochard ha esibito un documento firmato da Ricci nel quale si dichiarava che fosse lui l’unico erede. È così che la Procura ha fatto scattare il sequestro preventivo dell’ingente somma di denaro che ora rimarrà a lungo bloccata.

Il pm Roberta Gallego, titolare dell’indagine, si sta occupando di verificare l’autenticità del documento presentato dal medico. A far sorgere qualche dubbio, infatti, l’accusa nei suoi confronti di aver raggirato l’anziano scomparso per la firma del testamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento