menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Eroina e chetamina ai minorenni ai giardinetti, in nove sotto processo

I giaridni pubblici di via Malvestiti, il campetto sportivo e altri luoghi pubblici tra Treviso, Paese, Postioma e Porcellengo erano divenuti punti di ritrovo per giovanissimi alla ricerca di stupefacenti

Marijuana, cocaina, chetamina, persino eroina consumate e spacciate tra i minorenni nei giardini pubblici e le case di Treviso, Paese, Postioma e Porcellago. E' questo il quadro pesantissimo ricostruito dalla Procura di Treviso che ha portato in aula nove giovani.

Secondo quanto riporta la Tribuna di Treviso, i fatti risalgono al 2009. Gli imputati, alcuni dei quali poco più che maggiorenni ora, frequentavano i giardinetti di via Malvestiti di Postioma e il campetto sportivo di Porcellago, divenuti luoghi di ritrovo non per confidenze tra adolescenze ma per lo spaccio e il consumo di droghe, leggere e non.

Giovedì in aula hanno testimoniato alcune ragazze, ora maggiorenni ma appena 15enni all'epoca dei fatti contestati dalla Procura. Fumavano marijuana, magari avevano anche provato la cocaina, ma da quanto sapevano nella compagnia giravano anche eroina, chetamina e funghi allucinogeni.

Un quadro da "ragazzi dello zoo di Berlino" che i difensori degli imputati tendono a ridimensionare: tra i giovani imputati e i testimoni sarebbero girate solo droghe leggere, mentre non ci sarebbero stati sequestri di altre sostanze più pesanti.

Secondo la Procura, invece, i giovani ragazzi non si sarebbero limitati a consumare gli stupefacenti tra loro, ma avrebbero anche spacciato, mettendo in piedi un'attività capillare andata avanti per almeno un anno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento