rotate-mobile
Cronaca Centro

Rapporto lampo: lite con furto tra escort e cliente insoddisfatto

Gli agenti della Polizia sono intervenuti in un hotel di Treviso per sedare la singolare lite tra una escort e un cliente insoddisfatto. Per ripicca l'uomo aveva rubato il portafoglio all'accompagnatrice

Una serata piccante, la passione che si smorza dopo appena dieci minuti, una lite furibonda e un furto. Questi che sembrano gli ingredienti di una classica commedia all'italiana, riassumono, invece, la disastrosa serata di un quarantunenne di Pordenone.

Qualche sera fa l'uomo aveva dato appuntamento a Treviso a un'avvenente escort dominicana di 35 anni, per una bollente serata a luci rosse. Il programma, concordato in precedenza, prevedeva una cenetta in ristorante, seguita da un dopo cena in un noto albergo trevigiano. Il tutto per 150 euro, che il cliente avrebbe pagato all'accompagnatrice.

Giunti in camera, però, le aspettative del quarantunenne sarebbero state disattese. Dopo appena dieci minuti, giusto il tempo dei preliminari, la escort si è rivestita, spiegando che aveva un altro appuntamento.

Il cliente di Pordenone è andato su tutte le furie e ha preteso uno sconto su quanto sborsato. La trentacinquenne tuttavia si è dimostrata sorda alle richieste dell'uomo, che per ripicca le ha rubato il portafoglio.

La dominicana, allora, ha chiesto l'intervento della Polizia e all'arrivo degli agenti il quarantunenne ha restituito il maltolto alla donna. Ma non è finita qui. La trentacinquenne, una volta aperto il portafoglio, ha accusato il cliente di averle rubato il denaro: 180 euro. Soldi che il friulano ha dimostrato di non avere.

Gli agenti, di fronte all'insolito diverbio, hanno invitato i due a calmarsi, suggerendo loro la possibilità di querelarsi a vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapporto lampo: lite con furto tra escort e cliente insoddisfatto

TrevisoToday è in caricamento