Rogo di Castagnole, le due donne sono morte carbonizzate

Sul fatto il sostituto procuratore Anna Andreatta ha aperto un fascicolo che vede indagato Sergio Miglioranza in cui si ipotizza il reato di incendio colposo. La Procura nominerà un consulente cui spetterà l'onere di ricostruire la catena degli eventi che hanno portato alle fiamme

Franca Fava e Fiorella Sandre

Franca Fava e Fiorella Sandre, 68 e 74 anni, sono morte carbonizzate. Questa l'esito delle autopsie, condotte dall'anatomopatologo Alberto Furlanetto, a cui sono stati  sottoposti i corpi delle due donne morte nel rogo dell'abitazione in via Feltrina in cui vivevano. Sul fatto il sostituto procuratore Anna Andreatta ha aperto un fascicolo che vede indagato Sergio Miglioranza, il marito di Franca Fava, in cui si ipotizza il reato di incendio colposo. Sui due cadaveri sono stati effettuati prelievi ai polmoni, di tessuti e organi. Il perito nominato dalla Procura vuole chiarire se le vittime siano morti per asfissia o se il decesso sia avvenuto a causa delle vastissime bruciature riscontrate sui loro corpi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo l'attenzione degli investigatori è puntata sulle cause dell'incendio. Per questo la Andreatta nominerà, nei prossimi giorni, un consulente cui spetterà l'onere di ricostruire la catena degli eventi che hanno portato alle fiamme e ucciso la Fava e la Sandre, rimaste intrappolate nella zona posteriore dell'abitazione. Nel corso dell'interrogatorio  Sergio Miglioranza ha raccontato  agli inquirenti di aver utilizzato un fornelletto, all'esterno dell'abitazione, per scaldare il cibo dei suoi cani prima di salire al primo piano dell'abitazione per riposare. Questa fiamma, lasciata forse accesa per errore, avrebbe innescato lo spaventoso incendio e provocato dunque la morte delle moglie e dell'amica, ospitata nella casa di via Feltrina da circa cinque anni e con gravi problemi di deaumbulazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento