menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Col Visentin a Vittorio Veneto

Col Visentin a Vittorio Veneto

Forte esplosione nel vittoriese: la terra trema, è paura tra i residenti

Un potente boato è stato avvertito lunedì mattina tra il Montello, Vittorio Veneto, la frazione di Tovena e Refrontolo. Ancora ignota l'origine

VITTORIO VENETO Lunedì mattina di paura nel vittoriese. Secondo infatti molte testimonianze dei residenti della zona, verso le 10 la terra avrebbe tremato nelle aree tra Vittorio Veneto e Refrontolo scatenando le chiamate dei cittadini alle forze dell'ordine per capire cosa fosse successo, anche perchè le pareti e le vetrate di diverse abitazioni e fabbriche sarebbero vibrate per diversi secondi. In alcune zone invece, tra cui Cison di Valmarino, Tovena, Nervesa e Sernaglia della Battaglia, Pieve di Soligo, Solighetto, Miane, Corbanese, Vidor, Colfosco, Mosnigo, Santa Lucia e Falzè di Piave, Moriago, Postioma e Giavera del Montello, si è sentito solo un fortissimo "boato-esplosione".

Fortunatamente però l'ipotesi terremoto sarebbe subito da scartarsi, non essendo nemmeno riportata una scossa nella zona negli ultimi dati odierni dall'INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia). Nel territorio vittoriese sono comunque già in atto le ricerche sia dei vigili del fuoco che dei carabinieri per cercare di scoprire l'origine del boato. 

AGGIORNAMENTO Parrebbe che l'epicentro del boato sia stato nella Valbelluna, nel territorio tra Sedico, Trichiana e Mel (BL), tanto che alcune scuole elementari, per sicurezza, hanno fatto evacuare gli alunni dalle aule facendoli riversare in strada insieme a tanti altri cittadini preoccupati da un possibile terremoto. Inoltre sono stati diversi gli allarmi di abitazioni e automobili a risuonare in tutta la vallata a causa dell'onda d'urto provocata dal boato. Dalle prime ipotesi però, potrebbe trattarsi semplicemente di alcuni aerei militari in esercitazione nella valle del Piave che potrebbero aver superato il "muro del suono".

La conferma è arrivata direttamente dalla base USAF di Aviano: a provocare il boato è stato un caccia in sorvolo sul Quartier del Piave che ha accidentalmente superato in accelerazione il muro del suono, realizzando il cosiddetto "bang-sonico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento