Cronaca Paese / Via della Resistenza

Paese, i ladri fanno saltare il Postamat ma devono scappare a mani vuote

Il colpo è stato tentato nella notte tra sabato e domenica. Sul fatto indagano ora i carabinieri. Si tratta dello stesso modus operandi usato nel furto di Fonte sabato notte

Un'altro Postamat fatto esplodere nella notte. Si tratta del secondo episodio dopo quello avvenuto a Onè di Fonte nella nottata tra venerdì e sabato. Questa volta ad essere presa di mira è stata la struttura di via della Resistenza a Paese. Nella notte tra sabato e domenica, infatti, ignoti hanno fatto esplodere il Postamat nel tentativo di rubarne il contenuto. Il forte boato ha però subito allertato i residenti della zona che, preoccupati, hanno immediatamente contattato i carabinieri. A quel punto i malviventi, forse presi alla sprovvista, hanno abbandonato sul posto il bottino e sono poi fuggiti lontano a mani vuote. In ogni caso, nelle prossime ore i militari potrebbero visionare le immagini delle telecamere di sicurezza dell'area per cercare di dare una identità al manipolo di ladri, probabilmente il medesimo che aveva colpito appena 24 ore prima a Fonte.

«I carabinieri della stazione di Paese hanno proprio un bel da fare in questi giorni - dichiara il consigliere regionale del Pd Andrea Zanoni - Mercoledì scorso c’è stato un tragico incendio di una abitazione dove hanno perso la vita due paesane in circostanze ancora tutte da chiarire, con tanto di indagato, oggi l’esplosione del Postamat. Poco fa sono andato a fare un prelievo ed ecco l’amara sorpresa! Tutto esploso. In queste settimane questa banda di criminali ha fatto la stessa cosa in altri comuni limitrofi al mio: Vedelago, Riese Pio X, Fonte, Castelfranco Veneto e Resana. Spero che gli inquirenti siano già sulle tracce di questi banditi e che presto siano arrestati e assicurati alla giustizia. Se qualcuno ha notato movimenti sospetti riferisca ai carabinieri».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paese, i ladri fanno saltare il Postamat ma devono scappare a mani vuote

TrevisoToday è in caricamento