Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Mogliano Veneto

Espulso dall'Italia viveva a Mogliano: carabiniere lo riconosce e lo arresta

Un 26enne albanese, pregiudicato e senza fissa dimora, è stato arrestato dai carabinieri di Mogliano Veneto. Era rientrato in Italia dopo esserne stato espulso nel 2018

Venerdì mattina i carabinieri della Stazione di Mogliano Veneto hanno arrestato, in quel centro, un 26enne albanese, B.M., pregiudicato, in Italia senza fissa dimora, per essere rientrato nel nostro Paese dopo esserne stato espulso nel 2018 per ordine del Questore di Torino. 

L’uomo, sfruttando l’alias consentitogli dall'aver assunto il cognome della moglie di origini romene, era rientrato in Italia ed era normalmente a passeggio a Mogliano dove aveva soggiornato prima del provvedimento. La sua figura, tuttavia, non è sfuggita ad uno dei militari dell’Arma che lo ha riconosciuto come il soggetto già espulso. A questo punto, dopo aver accertato la sua vera identità attraverso le impronte digitali, lo stesso è stato arrestato e giudicato questa mattina davanti al Tribunale di Treviso che lo ha condannato a 8 mesi di reclusione con pena sospesa. Adesso è in attesa di essere collocato in un Centro di Espulsione per il nuovo provvedimento di allontanamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulso dall'Italia viveva a Mogliano: carabiniere lo riconosce e lo arresta

TrevisoToday è in caricamento