menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Se vuoi l'iPhone dammi 350 euro", ma lei li fa arrestare

Una ragazza di Vittorio Veneto si è rivolta ai carabinieri e ha organizzato una trappola facendo ammanettare due estorsori nordafricani

VITTORIO VENETO — “Se rivuoi il tuo iPhone devi pagarci”. Hanno ricattato una ragazza e le hanno chiesto dei soldi per riconsegnarle il suo smartphone, ma lei non si è lasciata convincere e, anzi, ha raccontato tutto ai carabinieri. Gli stessi militari dell'Arma, con un semplice inganno, sono riusciti ad arrestare la coppia di estorsioni. 

La giovane, d’accordo con gli investigatori, ha dato appuntamento agli stranieri martedì pomeriggio, presentandosi accompagnata dai carabinieri che, al momento dell’estorsione, hanno stretto le manette ai polsi degli autori. Lo smarrimento del cellulare sarebbe avvenuto poche ore prima.

La ragazza avrebbe tentato più volte, inutilmente, di chiamare per rintracciarlo, nella speranza che qualcuno l’avesse trovato e potesse renderglielo. Poco più tardi sarebbe arrivata la risposta: “350 euro per riavere l’iPhone”. La voce era quella di una donna che, insieme al suo complice, è quindi finita in manette per estorsione. La coppia è stata rinchiusa in carcere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento