Cronaca

Estorsione on line per il senatore Conte, indaga la polizia postale

L'esponente trevigiano di Ncd nel mirino degli hacker: pretendevano 500 euro per non pubblicare un fantomatico video pedopornografico

TREVISO Ricattato dagli hacker che lo minacciavano di pubblicare on line un filmato in cui era immortalato a compiere atti sessuali in compagnia di bambini. C'è un video fasullo, infamante, alla base del tentativo di estorsione subito nei giorni scorsi dal senatore trevigiano di Ncd, Franco Conte.

l politico trevigiano era stato contattato dagli hacker attraverso whattsapp: chiedevano 500 euro perchè un fantomatico video fosse pubblicato in rete. Franco Conte si è subito rivolto alla polizia postale presentando formale denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione on line per il senatore Conte, indaga la polizia postale

TrevisoToday è in caricamento