menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade per andare a cercare ordigni bellici, torna di nuovo in carcere

Un 48enne di Nervesa, componente della "banda del buco", ha più volte violato i servizi sociali per cercare residui della grande guerra

Era finito in carcere già nel 2009 in quanto componente della “banda del buco”, un gruppo dedito ai furti di casseforti nelle aziende della provincia di Treviso e di Belluno. Ed ora è finito di nuovo in manette P.P., 48enne di Nervesa della Battaglia dopo aver violato più volte il provvedimento restrittivo che gli era stato imposto.

Il 38enne dopo un periodo dietro le sbarre, doveva scontare la sua pena svolgendo dei servizi sociali. Ultimo tra gli episodi segnalati è stato accertato dalla guardia forestale che l’ha sorpreso ad Alano di Piave mentre cercava residui bellici della prima guerra mondiale. Il 36enne attualmente si trova nel carcere di Santa Bona. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento