Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Villorba, eco-furbo smascherato dal presidente del consiglio comunale

Riccardo Gagno, presidente del consiglio comunale di Villorba, si è armato di guanti e ha aperto i sacchi di una montagna di rifiuti

Foto archivio

VILLORBA Una montagna di rifiuti abbandonati. "Non riesco a tollerare questa inciviltà, mi sono armati di guanti e ho aperto i sacchi. Chi ha fatto il furbo pagherà". Il Presidente del Consiglio Comunale di Villorba, Riccardo Gagno, scopre le immondizie abbandonate e rintraccia il responsabile. 

"Domenica stavo passeggiando lungo la Piavesella, amo fare quel percorso ciclo-pedonale - racconta Gagno -. Al primo passaggio, non c’era alcun sacchetto di immondizie lungo la strada. Poi, quando sono tornato indietro, poche ore più tardi, ho notato che all’altezza di un vicino parcheggio era spuntata una piccola “montagna” di rifiuti abbandonati. Non riesco a tollerare simili gesti di inciviltà e per questo mi sono armato di guanti e ho aperto i sacchi. Fra le varie immondizie alla fine è spuntato un documento che ho pensato sarebbe stato utile a rintracciare il responsabile. L’ho conservato e l’ho consegnato a chi di dovere per fare gli opportuni accertamenti: chi ha fatto il furbo, pagherà la multa». 

Da tempo, il Comune registra le segnalazioni dei cittadini onesti che lamentano la presenza di immondizie nei fossi e lungo le vie, date proprio da residenti di altri comuni che “scaricano” i loro rifiuti a Villorba.  A complimentarsi con Gagno, anche il sindaco di Villorba, Marco Serena: «Sul fronte dei rifiuti ogni amministratore è chiamato a fare la propria parte a favore della comunità e del territorio. I cittadini sanno che possono informarci se vedono qualcuno che fa il “furbetto” e noi siamo pronti a intervenire. Faccio i miei complimenti a Gagno, che ha dimostrato un grande senso di responsabilità che spero possa essere di esempio per tutti».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villorba, eco-furbo smascherato dal presidente del consiglio comunale

TrevisoToday è in caricamento