rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Pieve di Soligo / Via Antonio Meucci

Ex componente della "Mala del Brenta" finito in carcere per spaccio di cocaina

Sarebbe stato sorpreso in seguito ad un controllo di prevenzione furti vicino alla sua abitazione, il 57enne ex componente della banda di Felice Maniero, intento a nascondere della cocaina in un contatore dell'Enel

PIEVE DI SOLIGO E' tornato in carcere l'ex componente della banda di Felice Maniero. Il 57enne R.M. sarebbe stato sorpreso,  da alcuni poliziotti intenti in un servizio di prevenzione per i furti in abitazioni a Pieve di Soligo, a nascondere all'interno di un contatore dell'Enel della cocaina. Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, il fatto sarebbe avvenuto lo scorso fine settimana in via Menucci, nelle vicinanze dell'abitazione dell'uomo.

Ad allasmare gli agenti il fare sospetto dell'ex della "Mala del Brenta", inizialmente scambiato per un ladro. Accertato il suo vero intendo, per il 57enne sono immediatamente scattate le manette. Non sarebbe la prima volta dietro le sbarre per R.M., già nel 2010 nei suoi confronti era giunta l'accusa di spaccio di cocaina, quando all'epoca l'uomo era gestore di un bar a Spresiano. Le squadre investigtaive al momento stanno effettuando le prime indagini per trovare i clienti che avrebbero avuto come pusher l'uomo, attualmente rinchiuso nel carcere di Santa Bona a Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex componente della "Mala del Brenta" finito in carcere per spaccio di cocaina

TrevisoToday è in caricamento