menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Prevato e Dario Massarotto (Foto: La Tribuna di Treviso)

Francesco Prevato e Dario Massarotto (Foto: La Tribuna di Treviso)

Nazismo, ex prigionieri del lager si ritrovano dopo 70 anni

Francesco Prevato di Piombino Dese (PD) e Dario Massarotto di Silea si sono rivisti a Vedelago. Compagni di prigionia a Königsberg dal 1943, non si erano più rivisti fino a domenica

Incontro storico, domenica, a Vedelago. La Tribuna di Treviso ha immortalato due compagni di prigionia in un lager nazista, che si sono ritrovati dopo 70 anni.

Francesco Prevato di Piombino Dese (PD) e Dario Massarotto di Silea, entrambi del 1924, non avevano nemmeno vent'anni quando finirono insieme nel campo di concentramento di Königsberg (ora Kalinigrad in Russia) il 13 settembre 1943. Soldati dell'esercito italiano, vennero catturati dai nazisti con altre oltre quattromila persone dopo l'armistizio dell'8 settembre.

Dopo l'estenuante viaggio in treno, Francesco e Dario trascorsero insieme alcuni mesi, prima di venire separati e destinati a campi di lavoro diversi. Dopo la fine della guerra, ciascuno ha fatto ritorno nel proprio paese e non si sono più rivisti fino a domenica.

I due sopravvissuti si sono riabbracciati nella Casa di Riposo Monsignor Crico di Vedelago, dove si trova ora Dario Massarotto, dopo che questi ha letto sul quotidiano trevigiano un articolo che parlava di Francesco. Insieme hanno ripercorso quei mesi drammatici, gli orrori cui hanno assistito, la fatica e la fame patite nel lager, augurandosi che nessuno debba mai vivere un'esperienza simile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento