Expo Milano 2015: portale Bi-to-Expo, ecco i primi trend su visitatori e ricaduta sul Veneto, tutti vogliono Venezia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Expo Milano 2015: portale Bi-To-Expo, ecco i primi trend su visitatori e ricaduta sul Veneto, tutti vogliono Venezia
- arriveranno gruppi mediamente composti da 10 persone, permanenza media 4/5 giorni

Treviso, 28 Aprile 2015 - "Il vero polo di attrazione si chiama Venezia". A renderlo noto è il portale Bi To Expo, il primo tour operator veneto, nato per gestire le richieste di incoming da parte della clientela business verso Expo Milano 2015.
A pochi giorni dall'inaugurazione dell'evento milanese ecco alcuni numeri del sito Bi To Expo che disegnano lo scenario che si delineerà nei prossimi mesi tra Milano ed il Veneto: "raccogliamo - spiega Ilenia Cherubin, direttore marketing di Biasuzzi Spa divisione Turismo (sede a Treviso) e che ha sviluppato il portale www.bitoexpo2015.com - una media di 150 richieste di prenotazioni al giorno con una media di circa 10 persone a prenotazione e con una media di permanenza sul territorio tra Milano e Veneto che va dai 4 ai 5 giorni".
Di queste richieste 6 su 10 sono di tipo business quindi aziende, ma anche gruppi di lavoro e professionisti, interessati ad Expo per motivi professionali che poi sfrutteranno il transito in Italia per un paio di giorni di pausa per scoprire una delle eccellenze del veneto come Venezia ma non solo.
"Un magnete veramente forte quello della città lagunare verso questa fascia alta di clientela capace di attrarre fortemente con pacchetti dedicati che dovrebbero significare non solo Venezia ma anche Veneto, Dolomiti, Terme, colline del vino e molto altro. Un vero e proprio boom d'interesse - continua Cherubin - lo abbiamo rilevato da gennaio con picchi di richieste di informazioni anche di 500 al giorno. Dal punto di vista dell'estero i Paesi da cui abbiamo ricevuto piu connessioni sono gli Stati Uniti; interessante anche il traffico dal Brasile e dal Giappone".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento