rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Resana

Strozzata dal crac delle popolari, Fabbian costretta al fallimento

Il crollo della Banca popolare di Vicenza costringe l'azienda di Castelminio di resana a spegnere le luci. Il destino del gruppo si saprà entro settembre 2019

RESANA E' una delle aziende leader nel mondo del design e produzione di lampadari e illuminazione. La Fabbian di Castelminio di Resana spegne le luci e chiude i battenti - come dichiara la Tribuna di Treviso. Per l'azienda tratta tecnicamente di un auto-fallimento causato dal crollo finanziario della Banca Popolare di Vicenza, che ha in carico la gran parte del credito.

L'azienda, con una sede anche a Manhattan nel cuore di New York, sarà seguita da un curatore fallimentare che dovrà decidere entro settembre 2019 la sorte del gruppo. Nel giugno 2016 il marchio Fabbian era già stato ceduto tant'è che la produzione continuerà, senza mettere a rischio gli attuali 27 posti di lavoro. Difficoltà iniziate nel 2016 dettate da crisi immobiliari e mercato sempre più complesso: poi il crac. 20 mila azioni della Popolare di Vicenza "scomparse" e il bilancio crolla drasticamente: parrebbero essere nove i milioni di euro di debiti accumulati dalla Fabbian.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strozzata dal crac delle popolari, Fabbian costretta al fallimento

TrevisoToday è in caricamento