menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Aiutateci, siamo minorenni", ma non era vero: denunciati

Protagonisti due iracheni che hanno fermato i vigili mentre rilevavano un incidente dichiarando di avere tra i 15 e i 16 anni e di essere curdi

TREVISO Si sono avvicinati agli agenti e hanno chiesto aiuto. «Siamo minorenni» hanno detto alla polizia locale, specificando di avere tra i 15 e i 16 anni. Ma una volta che sono stati sottoposti ai rilievi, è emerso che  la loro fisicità era indubbiamente attribuibile a persone maggiorenni. Sono stati così indagati per false dichiarazioni sull’identità personale due stranieri di nazionalità irachena.

I due avevano avvicinato gli agenti mentre stavano rilevando un incidente. Avevano atteso che gli operatori , terminassero il rilievo e poi avevano dichiarato  di avere un'età compresa fra 15/16 anni e di essere nazionalità curda, per poi chiedere di essere aiutati. Gli agenti  hanno così provveduto  al loro accompagnamento in comando. Dopo averli sottoposti a rilievi fotodattiloscipici, seppure  le sembianze evidenziassero una età diversa, li hanno  accompagnati per accertamenti più approfonditi all’ospedale di Treviso.  Qui i due sono stati sottoposti a esami medici/auxologici  da quali è emerso che si trattava sicuramente di persone maggiorenni.   Gli stranieri  sono stati quindi indagati e accompagnati  il giorno successivo in Questura.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento