menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Famiglia sterminata, dalla Macedonia arriva la confessione della figlia

La figlia maggiore Blerta Pocesta, 28enne, ha confessato il triplice omicidio. Secondo gli investigatori macedoni sarebbe stata proprio lei a sparare e ad uccidere la famiglia a colpi di pistola

CORDIGNANO Uccise la sorella e i genitori. Erano partiti da Sacile Dall'Italia alla volta della Macedonia per un matrimonio. Le vittime, Amid Pocesta, di 55 anni, la moglie Nazmije, 53 anni, e la figlia Anila, di 14 anni, trovati senza vita nelle rispettive camere da letto a Debar, al confine tra Macedonia e Albania.

La figlia maggiore Blerta Pocesta, 28enne, ha confessato il triplice omicidio. Secondo gli investigatori macedoni - come riporta il Gazzettino di Treviso - sarebbe stata proprio lei a sparare e ad uccidere la famiglia a colpi di pistola. La donna, che lavorava come segretaria in un'azienda di Francenigo, racconta così lo scioccante epilogo di questa storia. Sulla scena del crimine la 28enne avrebbe lasciato dietro di se delle tracce che confermerebbero quanto accaduto: prove schiaccianti che non lascerebbero dubbi sull'accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento