Famiglia sfrattata a Breda di Piave, comune paga due notti in albergo

La vicenda coinvolge una donna e tre figli minorenni. Il marito si trova in carcere e i quattro hanno passato due notti in hotel a spese comunali

Una mamma e i suoi tre figli, tutti minorenni, sfrattati dalla loro casa a Breda di Piave, hanno trascorso due notti all’hotel Colombo a spese del Comune. La donna aveva rifiutato di dormire all’interno del municipio e ora andrà alla ricerca di un posto dove stare.

PADRE SEPARATO VIVE IN FURGONE

La brutta vicenda ha avuto inizio i primi di giugno, dopo che il marito è finito in carcere, e la 35enne di origini marocchine insieme ai figli di 5, 10 e 17 anni, ha dovuto abbandonare l’abitazione. Inizialmente i quattro sono stati ospitati provvisoriamente in una casa offerta dalla Caritas di Vittorio Veneto, ma ora la situazione è punto e a capo.

FAMIGLIA SFRATTATA A CARBONERA, APPELLO SU FACEBOOK DEL SINDACO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il sindaco Moreno Rossetto ha lanciato un appello per dare loro una mano e si è proposto in prima persona per farli restare in comune. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

Torna su
TrevisoToday è in caricamento