menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Federfarma Veneto: l'assemblea ha confermato presidente Alberto Fontanesi

Eletto il 24 giugno scorso anche il nuovo consiglio direttivo: "Puntiamo subito al rinnovo della convenzione farmaceutica e alla spinta per l'innovazione"

VENEZIA Martedì 14 giugno si è svolta l’assemblea dei ventotto rappresentanti delle sette sezioni provinciali di Federfarma Veneto, Unione Regionale dei Titolari di Farmacia, per eleggere il nuovo Consiglio di Presidenza. A grande maggioranza è stato rieletto presidente Dott. Alberto Fontanesi, già presidente nel triennio precedente e Presidente Sunifar Veneto. Sono stati eletti nel nuovo Consiglio di Presidenza per il prossimo triennio, il Dott. Michelangelo Galante come Vicepresidente, il Dott. Andrea Bellon Segretario, il Dott. Roberto Grubissa Tesoriere.

Federfarma Veneto rappresenta quasi 1200 farmacie del territorio regionale e con circa 5000 addetti, è una delle realtà più importanti e significative dei servizi sanitari. L’assemblea si è svolta nella sede di dell’unione a Mestre.

Rappresentando i valori etici e professionali propri di ogni farmacista veneto in farmacia, la federazione ha l’obiettivo di creare unione, con partecipazione e collaborazione attraverso le associazioni provinciali, per essere il punto di riferimento regionale.

Il lavoro garantisce una comunicazione chiara e trasparente fra le farmacie venete e i referenti politici e le istituzioni, siano esse regionali o nazionali e rappresenta gli interessi economici, sindacali e tecnici delle farmacie. Attraverso campagne e pubblicazioni, in collaborazione con le sette associazioni provinciali, informa i cittadini per la tutela dei loro bisogni e delle esigenze che si differenziano nel territorio e promuoviamo la prevenzione, l’educazione sanitaria, la farmaco-economia e la farmaco-vigilanza

Il Dott. Alberto Fontanesi, presidente della sezione provinciale di Vicenza, lavora nel settore da molti anni, con la sua farmacia di Cartigliano.

“La ampia maggioranza che ha confermato il nuovo Consiglio Direttivo di Federfarma Veneto - ha commentato il presidente – mi conferma sulla bontà del lavoro svolto durante il mandato precedente e contemporaneamente esprime le grandi aspettative che gli aderenti hanno nei nostri confronti e della federazione. Desidero continuare il lavoro fatto finora, ma soprattutto vorrei spingere la nostra realtà verso una sempre maggiore innovazione e dinamicità per aumentare ulteriormente la qualità dei nostri servizi su tutto il territorio veneto. Una speciale attenzione sarà data alle farmacie presenti nelle zone più periferiche del Veneto, dove la mancanza di altri servizi rende ancora più prezioso ed importante la nostra presenza. Non nascondo che la crisi economica e quindi sociale che ancora colpisce una larga parte della nostra popolazione ci chiede di continuare a lavorare per essere più vicini alle esigenze e ai diversi contesti della gente.”

Tra le priorità del nuovo Consiglio sicuramente c’è il rinnovo della convenzione farmaceutica, scaduta da molti anni e chiede una urgente rivisitazione. L’impegno di offrire in ogni farmacia una serie di servizi molto importanti e utili, come la prenotazione delle visite, la possibilità di ricevere i referti, prendere i farmaci che ora vengono consegnati solo negli ospedali.

“Federfarma - ha concluso Fontanesi - continuerà a lavorare sia nei confronti degli associati sia con tutti gli attori del territorio affinchè ci sia per tutti un miglioramento dei servizi e delle opportunità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento