Cronaca

Treviso, un incontro sulla fertilità naturale con l'ordine dei medici e Centro della Famiglia

Organizzato oggi dall’Ordine in collaborazione con il Centro della Famiglia. La metodica naturale della fertilità proposta al corso di aggiornamento dei Medici di base

TREVISO “Dottore, vorremmo avere un bambino ma non arriva. Cosa dobbiamo fare?”. Questa domanda che giovani coppie rivolgono al loro medico di base è diventata il tema del corso di aggiornamento organizzato questa mattina dall’Ordine dei medici di Treviso nella loro sede di Via Cittadella della Salute, in collaborazione con il Centro della Famiglia. Dopo il saluto di Luigino Guarini presidente dell’Ordine, il significato dell’iniziativa è stato dato da Francesco Benazzi, direttore generale dell’Ulss della Marca. 

Benazzi ha richiamato un dato molto diffuso in questo periodo, quello della denatalità. Meno nati significa riduzione delle capacità di produrre reddito. “Le risorse finanziarie destinate alla salute sono correlate al Pil”, ha detto Benazzi, “e si va nella direzione di una progressiva erosione. Dobbiamo fare quanto ci compete per frenare il declino. L’Ulss mette a disposizione delle coppie non fertili due Centri per la procreazione assistita, ma possiamo fare di più. Con il Centro della Famiglia abbiamo infatti firmato un Protocollo di collaborazione per proporre anche una metodica della fertilità naturale. Il medico di famiglia”, ha concluso il direttore generale, “è il fiduciario, il confidente della coppia e deve essere il filtro di proposte di sostegno e di indirizzo”. Il corso era infatti orientato proprio ai medici di famiglia. La metodica di fertilità naturale può generare successi fino al 50%, la procreazione assistita nella quale prevale l’approccio laboratoristico/strumentale genera il 26% di successi. Diventa fondamentale l’aiuto del medico di famiglia per dare una informazione completa.

L’attività di aggiornamento ha occupato tutta la mattinata distribuita in due sessioni, la prima con relazioni di Enrico Busato, Giuseppe Grande, Roberto Baccichet e Luigino Maccatrozzo medici e di Walter Colesso psicoterapeuta; la seconda con le relazioni di don Mario Cusinato docente di Psicologia della Famiglia, Maria Carla Tecce, psicologa del Centro di Oderzo, e Enrico Busato con Federica  Nenz detto Nenzi, Valter Adamo e Umberto De Conto medici. I temi trattati sono stati fertilità e infertilità nel quadro della denatalità, l’approccio alla problematica e le possibili vie di risposta. Infine, la fertilità da preservare e salvaguardare (problematiche oncologiche) e la risposta operativa alla domanda dell’utente infertile. Buona la presenza dei medici di base, il corso era gratuito e inserito con cinque crediti nel programma di Educazione Continua in Medicina.

unnamed-66-6

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso, un incontro sulla fertilità naturale con l'ordine dei medici e Centro della Famiglia

TrevisoToday è in caricamento