Cronaca

Festival Show: mezzo milione di euro per Città della Speranza

Con quanto raccolto la Città della speranza continua il percorso di ricerca iniziato 20 anni fa per la cura delle malattie infantili

CASTELFRANCO VENETO — Radio Birikina e Radio Bella & Monella regine della solidarietà. E' stretto il legame fra le emittenti di Castelfranco Veneto e la Fondazione che si occupa di bambini malati di gravi patologie: In ogni serata di Festival Show, da sempre viene promossa una raccolta fondi che a fine tour vengono versati nelle casse della Città della Speranza.  40.543,17 euro è la soddisfacente cifra raccolta nelle 10 date di Festival Show 2014, presentate da Laura Barriales: Padova, Castelfranco Veneto, Palmanova, Valecenter a Marcon, Rosolina Mare, Jesolo Lido, Lignano Sabbiadoro, Mestre, Marostica e Verona, dove il tour si è concluso. “La solidarietà è stata l’ospite speciale che abbiamo voluto ogni sera sul palco - commenta soddisfatto Paolo Baruzzo, coordinatore della kermesse - e il pubblico di Festival show ha dato prova di grande generosità per sostenere l’attività di questa Fondazione, consentendoci di versare nelle casse un cospicuo contributo. In ogni serata abbiamo diffuso un messaggio di fiducia nel futuro con la voglia di un mondo dove i bambini possano guarire. Grazie all'impegno delle radio, degli Sponsor ufficiali e dei Comuni che hanno ospitato i 10 eventi, si è riusciti ad offrire tutte le serate ad ingresso libero; l'unico gesto tangibile di contributo economico è stato chiesto a favore della Città della Speranza: il pubblico ha risposto al meglio”. 

Se ai 40.000 euro versati quest'anno si sommano gli oltre 477.000 raccolti da Festival show negli anni scorsi, la somma è straordinaria e supera i 500.000 euro. Proprio un bel traguardo che contribuisce a festeggiare i 20 anni della Fondazione, nata nel 1994 per migliorare le condizioni di cura e assistenza dei bambini oncologici e per finanziare la ricerca scientifica in ambito pediatrico.  La cifra raccolta conferma la kermesse di Radio Birikina e Radio Bella & Monella come la principale manifestazione che, durante l'anno, raccoglie soldi per la Città della Speranza. “La Ricerca scientifica non può sopravvivere senza l'aiuto delle donazioni private”, afferma la presidente, Stefania Fochesato. “Se vogliamo che tutti i bambini che si ammalano possano trovare una cura efficace, dobbiamo investire in Ricerca. Ogni singolo euro donato per noi è importante. Per questo ringraziamo il generoso pubblico del Festival Show: con il loro contributo abbiamo potuto far lavorare in questi anni un gran numero di ricercatori, che abbiamo fatto restare in Italia, permettendoci di migliorare i tassi di guarigione delle leucemie”.  Elemento davvero importante della manifestazione in questi ultimi anni è stata la presentazione in tutte le piazze del nuovo progetto che la Fondazione Città della Speranza ha inaugurato a Padova: la Torre della Ricerca, l'innovativo istituto di ricerca pediatrica che può ospitare fino a quattrocento ricercatori con l'unico grande obiettivo di svolgere ricerca scientifica su tutte le patologie infantili con un occhio di riguardo a quelle emato-oncologiche.  “Un particolare ringraziamento lo indirizziamo alla quindicina di volontari che ogni sera hanno partecipato a Festival Show”, ci tiene a sottolineare Roberto Zanella, titolare delle Radio e socio-fondatore della Città della speranza “realizzando di fatto la raccolta di offerte in ogni piazza e constatiamo con gioia la generosità del pubblico che, oltre ad applaudire i numerosi e importanti ospiti, anche in questi tempi sanno essere sensibili per questo aspetto di solidarietà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival Show: mezzo milione di euro per Città della Speranza

TrevisoToday è in caricamento