menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Feto gettato nel cassonetto: la verità emergerà dall'autopsia

Il corpicino, di circa 5 mesi, era stato trovato in un cassonetto all'esterno del cimitero di Tempio di Ormelle. Martedì l'esame autoptico disposto dal pm Francesca Torri

ORMELLE Nella giornata di martedì l'anatomopatologo Alberto Furlanetto svolgerà l'autopsia sul feto rinvenuto sabato scorso in un cassonetto all'esterno del cimitero di Tempio di Ormelle. L'esame autoptico sul corpicino, trovato avvolto in una borsa da alcune addette alle pulizie del caposanto, dovrà chiarire se il feto, dell'età apparente di 5-6 mesi, sia nato già morto o in seguito alla sua nascita. Al momento la Procura ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di interruzione di gravidanza a carico di ignoti.

L'indagine è coordinata dal pm Francesca Torri. Nel caso il piccolo, battezzato con il nome di Giovanni da parroco di Tempio, don Corrado Forest, sia nato già morto il fascicolo d'indagine sarà archiviato. Se l'autopsia stabilirà che il feto è nato vivo si procederà nell'indagine con una nuova ipotesi di reato che potrebbe essere infanticidio o aborto colposo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento