"Fiori D’Acciaio" a Ponte di Piave, sport e psicologia a supporto del malato oncologico

Innovativo progetto dedicato alle donne operate al seno che, nel confronto con la malattia, andrà a focalizzarsi soprattutto sull'universo psicologico della persona

PONTE DI PIAVE Partira’ martedi 3 aprile alle 19.45  la nuova iniziativa nata  dalla collaborazione tra l’associazione Amiche per la Pelle, che si occupa di prevenzione e cura del tumore al seno, "I figli di Eracle"  - Progetto di Psicologia Degli Sport da Combattimento, Comune di Ponte di Piave e Centro Danza Area Ballet di Negrisia di Ponte di Piave. Questo innovativo progetto denominato “Fiori D’Acciaio” e dedicato alle donne operate al seno, parte dalla considerazione che da un punto di vista prognostico è fondamentale coinvolgere nel confronto con la malattia l'universo psicologico della persona con i suoi risvolti emotivi ed affettivi.

Durante l' esperienza oncologica risulta particolarmente difficile il rapporto con il corpo che subisce delle modifiche a causa delle terapie affrontate ; il corpo, diventa altro da se’, non ci si riconosce. La dott.ssa Roberta Giomo ed il dott. Andrea Vianello, psicoterapeuti, costruiranno un percorso pensato per guidare una riflessione in gruppo sulla esperienza della  malattia. Dall’altro lato, con l’aiuto di due  atlete di Sport da combattimento  a  livello internazionale come Adriana Riccio  (gia’ campionessa europea taekwon do ITF) e Silvia Bortot (campionessa italiana pugilato, europea kick boxing ) attraverso alcune tecniche di rilassamento e movimenti presi dalle discipline  da impatto,  si tende a liberare  l'emotività che rimane intrappolata nel corpo a seguito del percorso di cura.

Tutto questo può aiutare a  rispondere con tutta la propria persona e reagire alla situazione con forza ed energia. Con i guantoni da boxe  e  le scarpe da ginnastica, queste donne ritroveranno la fiducia, la  sicurezza,  e la forza  di combattere per la vita. “L’Amministrazione comunale - ha dichiarato il Sindaco Paola Roma – da sempre attenta alle tematiche della salute, ha voluto patrocinare la nuova iniziativa promossa dall’Associazione Amiche per la Pelle, che offre oggi l’opportunità di porre un’attenzione particolare a quelli che sono i risvolti psicologici che una malattia può avere sulla persona”.

“Si tratta di un’occasione – conclude l’Assessore allo Sport Stefania Moro – per ribadire che sempre più lo sport diventa non solo strumento per il benessere psicofisico ma anche veicolo di aggregazione ed inclusione sociale. Ringrazio per questo il Centro Danza Area Ballet, che ha concesso i locali all’Ass. Amiche per la pelle per la realizzazione del progetto: sport e salute, un binomio vincente!” Gli incontri saranno in tutto 10. Suddivisi in 7 lezioni e 3 incontri di gruppo con gli psicologi, presso la palestra del Centro Danza Area Ballet di Negrisia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

unnamed-72-12

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento