menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pieve di Soligo rivede le aree per l'utilizzo di fitofarmaci

L'assessore all’ambiente, Gino Lucchetta, ha commentato così: «Ampliata la fascia di rispetto per le zone particolarmente sensibili»

PIEVE DI SOLIGO - Con una delibera approvata lo scorso martedì, il comune di Pieve di Soligo aggiorna l'elenco delle aree sensibili all'utilizzo dei fitofarmaci, già redatto nel 2012, in adeguamento alla nuova versione dello stralcio del regolamento di polizia rurale approvato lo scorso 20 dicembre. L'assessore di comparto, Gino Lucchetta: «Abbiamo voluto garantire ancor più la tutela della salute dei nostri cittadini».

«Siamo il primo Comune che aggiorna l'elenco, come da indicazione della disposizione della Comunità Europea già inserita nella nuova versione del Regolamento - commenta Lucchetta - . Il nostro obiettivo è garantire sempre più la tutela della salute dei Pievigini, senza per questo ledere l'attività dei viticoltori, e - al contempo - continuando la nostra politica di rispetto dell'ambiente». «Abbiamo voluto estendere il divieto di utilizzo dei prodotti, ampliando il novero delle zone per le quali esiste una distanza minima per i trattamenti che ora comprende anche le aree sportive all'aperto: questo perché possono essere frequentate da bambini», spiega ancora l’assessore.

 Il regolamento in vigore nel Comune prevede che ci sia una distanza dalle zone "particolarmente sensibili" dialmeno 50 metri (scuole, case di riposo, ecc.); per corsi d'acqua, strade e altre zone classificate come "sensibili", è invece vietato l'utilizzoin una fascia di almeno venti metri; cinque sono invece i metri da tenere in tutti gli altri casi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento