Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

Il cluster è stato scoperto dall'Ulss 2 solo negli ultimi giorni anche se l'episodio risale alla scorsa settimana. Tutte le persone si trovano ora in isolamento

Foto di archivio

Un semplice ed apparente innocuo pranzo tra amici, avvenuto la scorsa settimana nella zona tra Conegliano e Vittorio Veneto, si è presto trasformato in un focolaio Covid. L'Ulss 2, infatti, nelle scorse ore ha completato la dovuta indagine epidemiologica rispetto all'episodio incriminato e i risultati emersi non sono stati per nulla buoni: ben 15, difatti, le persone trovate positive al virus tra commensali e loro congiunti. Come riporta "il Gazzettino", a far scattare i tamponi era stato un invitato che, dopo alcuni giorni dal pranzo, si era sentito poco bene tanto da recarsi in ospedale per accertarsi si trattasse di Coronavirus, e così è stato. A quel punto è subito scattato il contact tracing sui sui contatti degli ultimi giorni, fino a risalire ai commensali di quel "maledetto" pranzo. In ogni caso, al momento tutte le persone coinvolte nel cluster si trovano ora in isolamento domiciliare. Quanto successo, però, dimostra ancora una volta la grande attenzione che bisogna riporre in queste ore in merito alla possibile diffusione del virus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento