Cronaca

Focolaio in una discoteca abusiva nel pordenonese: contagiati numerosi trevigiani

Il locale "Papi on the Beach" di Roveredo in Piano è stato chiuso dalla polizia per 75 giorni. Il provvedimento è stato deciso dal Questore di Pordenone che ha anche proposto la revoca della licenza

Un nuovo focolaio Covid, scoperto nel pordenonese, potrebbe far improvvisamente salire il numero dei contagi anche nella Marca. A seguito di una festa con 300 persone svoltasi lo scorso 17 luglio, presso la discoteca "Papi on the Beach" di Roveredo in Piano (PN), è stato difatti scoperto un nuovo cluster di 50 giovani, forse il maggiore in Friuli Venezia Giulia. Considerando che all'evento hanno partecipato diverse decine di ragazzi dal trevigiano, è facile pensare che questo potrebbe aver causato contagi anche nella Marca. In ogni caso, la discoteca, a seguito di quanto successo, resterà chiusa per 75 giorni su disposizione del Questore di Pordenone, Marco Odorisio, che ha anche  sospeso la licenza. Nello specifico, si tratta del secondo provvedimento del genere per la struttura: il primo, emesso dallo stesso Odorisio, aveva sospeso la licenza per 90 giorni, sempre per ragioni di sicurezza pubblica e sicurezza delle persone. Anche per questa ragione il Questore ha trasmesso al sindaco di Pordenone la proposta di revoca della licenza nei confronti della discoteca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focolaio in una discoteca abusiva nel pordenonese: contagiati numerosi trevigiani

TrevisoToday è in caricamento