Aggressione al sindaco di Caerano: foglio di via per i tre assalitori

Lo ha deciso il Questore di Treviso dopo le denunce formalizzate nei giorni scorsi. I tre nomadi, ritenuti "socialmente pericolosi", sono stati allontanati per 3 anni

Il sindaco Gianni Precoma

Il Questore di Treviso, dopo il grave episodio di violenza di cui è stato vittima il sindaco di Caerano San Marco, Giovanni Precoma, come previsto dalla legge in casi particolarmente rilevanti, come la commissione dei reati di lesioni personali gravi, danneggiamento e minacce aggravate, ha emesso in via d’urgenza nei confronti di cittadini di etnia rom, K.G. di anni 50, K.B. di anni 22 e K.E. di anni 25, i provvedimenti di divieto di ritorno e dimora per i prossimi 3 anni.

Uno di loro, nelle scorse ore, aveva anche diffuso su Instagram un finto video-intervista in cui ironizzava sui possibili provvedimenti che la Giustizia avrebbe preso nei suoi confronti dopo l'aggressione al primo cittadino. Il Questore,, valutati i loro numerosi pregressi precedenti penali per reati contro il patrimonio, ha considerato i tre aggressori, ai sensi della normativa vigente, socialmente pericolosi. Le suddette misure di prevenzione, saranno eseguite dai carabinieri della Compagnia di Montebelluna, da sempre molto vicini al sindaco Precoma fin dal giorno dell'aggressione e durante tutto il corso delle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

  • Incendio alla "Carosello" di Castelfranco: capannone devastato

Torna su
TrevisoToday è in caricamento