rotate-mobile
Cronaca Follina

Ubriaco si aggira con ascia e coltello, fermato dai carabinieri

Il fatto è avvenuto nella notte tra il 23 ed il 24 marzo a Follina. Protagonista un cittadino romeno di 29 anni, disoccupato, denunciato porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e poi sottoposto a Tso dai medici del Suem

Completamente ubriaco, si aggirava all'esterno della sua abitazione, con in mano un'ascia ed un coltello da cucina, rovesciando e rompendo i vasi di fioir che trovava lungo il suo cammino. Protagonista di questo episodio, avvenuto nella notte tra il 23 ed il 24 marzo a Follina, è stato un romeno di 29 anni, F,D., disoccupato e senza precedenti alle spalle. L'uomo, fermato dai carabinieri della stazione di Col San Martino è stato denunciato per il reato di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Quando la pattuglia dei carabinieri è giunta presso l'abitazione del 29enne, questi si trovava fuori dall'ingresso, ubriaco e brandendo con le mani un'ascia ed un coltello da cucina. All'intimazione dei militari di deporre gli strumenti, F.D. gettava a terra l'ascia ed il coltello, recuperati dai carabinieri e posti sotto sequestro. Successivamente è stato richiesto l'intervento degli infermieri dell'ospedale di Conegliano che procedevano ad eseguire il T.S.O. nei suoi confronti. Durante l'ispezione dell'abitazione, all'interno del cortile dove affaccia l'appartamento dello straniero, i carabinieri hanno rilevato dei vasi da fiori rovesciati e rotti, di cui non è stato possibile accertarne la proprietà, ma che probabilmente sono stati danneggiati da F.D. durante il suo stato di alterazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco si aggira con ascia e coltello, fermato dai carabinieri

TrevisoToday è in caricamento