Cronaca

Un gruppo di ragazzi affetti da autismo e il loro San Valentino sul ghiaccio a Feltre

Mario Paganessi della Fondazione Oltre il Labirinto:"Per una volta è stata una società normotipica ad avvicinarci ed è stato incredibile per noi vedere l'entusiasmo di questi sportivi e la loro naturalezza nell'approcciarsi con i nostri figli che erano felici"

TREVISO E’ stato un San Valentino speciale quello vissuto domenica dai ragazzi dell’Ice angels e Pattinaggio Artistico Feltre e dell’Hockey Club Feltre “serie B” che per una mattina hanno fatto scoprire la bellezza di pattinare sul ghiaccio ad un gruppo di bambini e ragazzi affetti da autismo. Un’iniziativa nata da un’idea di Rosamaria Gugliotta, istruttrice di pattinaggio, e Marco Varisco,maestro vetraio e artista oltre che presidente di XI di Marca, che hanno trovato l’immediata collaborazione della Fondazione Oltre il Labirinto, dell’assessore Giovanni Pelosio del Comune di Feltre, del dottor Modolo dell’Ulss e di Silvano Turrin e Ruggero Casagrande per la cooperativa Feltreghiaccio.

Due ore spensierate sul ghiaccio del “Drio Le Rive”, in una dimensione temporaneamente lontana dai problemi e dalle difficoltà che le famiglie di questi ragazzi speciali devono affrontare quotidianamente. Due ore di risate e scoperta di uno sport nuovo grazie alla disponibilità e simpatia delle ragazze della società Ice Angels e dalla squadra di serie B dell’Hockey club Feltre che hanno prestato le loro stecche ai bambini e improvvisato giochi con loro, cogliendo sorrisi e un entusiasmo insperati. Sui pattini anche la 11 volte campionessa del mondo Silvia Marangoni alla sua prima esperienza sulle lame anziché sulle rotelle.

“Abbiamo messo tutto il nostro impegno e il nostro amore per trasmettere loro la nostra passione, ma ciò che abbiamo potuto dare a loro non è nulla rispetto a ciò che loro hanno dato a noi, tanta soddisfazione e felicità” hanno commentato gli hockeysti. “E’ la prima volta che qualcuno ci propone un’attività per i nostri ragazzi – spiega Mario Paganessi della Fondazione Oltre il Labirinto – Per una volta è stata una società normotipica  ad avvicinarci ed è stato incredibile per noi vedere l’entusiasmo di questi sportivi e la loro naturalezza nell’approcciarsi con i nostri figli che erano felici. E’ stato bellissimo oltre che divertente, ore di sollievo per le famiglie, momenti importanti. A tutti il nostro grazie, speriamo di ripetere questa esperienza”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un gruppo di ragazzi affetti da autismo e il loro San Valentino sul ghiaccio a Feltre

TrevisoToday è in caricamento