rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Fonte / Via Monsignor Mander

Donna intossicata dal monossido della stufa a legna

Una 36enne di origini senegalesi è stata soccorsa da Suem e vigili del fuoco e trasportata d'urgenza in camera iperbarica di Marghera. Solo lievi sintomi per il marito, un connazionale di 63 anni

Paura nel pomeriggio di oggi, 3 gennaio, all'interno di un'abitazione di Onè di Fonte, in via Monsignor Mander. Una donna di 36 anni, D.M., di origini senegalesi, e il marito, un connazionale di 63 anni, sono rimasti intossicati seriamente dalle esalazioni di monossido di carbonio provocate da una stufa a legna malfunzionante. Sul posto è intervenuta un'ambulanza e l'automedica del Suem di Crespano che ha provveduto ad accompagnare la donna al pronto soccorso dell'ospedale di Castelfranco Veneto. La 36enne sarà sottoposta a trattamento in camera iperbarica a Marghera. L'uomo ha invece rifiutato il ricovero, così come altri due uomini presenti in casa. In sopralluogo è intervenuta anche una squadra dei vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Onè di Fonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna intossicata dal monossido della stufa a legna

TrevisoToday è in caricamento