menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marò in India, blitz di Forza Nuova a Ca' dei Carraresi

Sabato sera alcuni militanti del movimento hanno protestato fuori dal museo dove, in questi mesi, è allestita una mostra dedicata al Paese asiatico

Sono trascorsi ormai due anni da quando Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, fucilieri della Marina italiana, furono arrestati in India con l'accusa di aver ucciso due pescatori. Per ricordare la loro vicenda, sabato sera alcuni militanti di Forza Nuova hanno dato vita a una protesta, in centro storico a Treviso.

Teatro della manifestazione è stato l'esterno di Ca' dei Carraresi, che da alcuni mesi ospita una mostra dedicata proprio al Paese asiatico: "Magie dell'India". I manifestanti hanno steso uno striscione, "Marò in Italia, Bonino in India" e distribuito volantini ai passanti.

E’ inaccettabile che dopo due anni di prigionia, i nostri marò ancora non siano liberi, chissà in quali condizioni in una cella indiana, macchiati addirittura dell'infame accusa di terrorismo - ha spiegato Davide Visentin, responsabile trevigiano di Forza Nuova - La loro unica colpa è stata difendersi da alcuni pirati che navigavano in quelle acque e sopravvivere al loro attacco, quindi l’Italia deve fare di tutto per riportarli a casa".  

"In due anni di silenzio mediatico da parte delle più alte cariche dello Stato, i movimenti come Forza Nuova che si sono sempre schierati per il rimpatrio dei due militari sono stati messi a tacere - ha proseguito Visentin - Ora che i partiti vedono la possibilità di andare alle elezioni, da Napolitano alla Bonino, da Grillo a Letta, chiedono che l’India rimandi a casa i marinai, respingendo ogni accusa, e facendo addirittura ricorso all’Onu. Chiediamo quindi al ministro Bonino di impegnarsi in prima persona nel restituire all’Italia la dignità persa in questo periodo nei confronti di tutto il mondo, ma soprattutto di riportare a casa sani e salvi i nostri due marò - ha concluso - visto che rischiano addirittura la pena di morte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento