rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca Vittorio Veneto

Uccide e sevizia i gatti: scoperta una fossa comune dietro al cimitero

Succede a Ceneda e il primo sospetto è ricaduto su un cacciatore di lepri della zona. I gatti verrebbero strangolati con un fil di ferro ricavato dai freni di una bici

Macabro ritrovamento nelle scorse ore dietro al cimitero di Ceneda. Come difatti riporta "la Tribuna", nel retro del camposanto è stata trovata una fossa comune con all'interno diversi felini morti, di cui molti già in stato di decomposizione e coperti solo da un po' di terra. Secondo una prima ricostruzione, gli animali sarebbero stati tutti strangolati con un fil di ferro ricavato dai freni di una bici, forse una trappola. I sospetti sono subito ricaduti su un cacciatore di lepri della zona, ma al momento le indagini non sono ancora scattate. La proprietaria dell'ultima gattina uccisa, Milù, vuole però aver giustizia e per questo sporgerà denuncia contro ignoti. Difficile comunque risalire al colpevole visto che nella porzione di terreno dietro al cimitero non ci sono telecamere di videosorveglianza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide e sevizia i gatti: scoperta una fossa comune dietro al cimitero

TrevisoToday è in caricamento