Furti in auto e in casa tra Vicenza e Treviso: in tre finiscono in manette

I carabinieri sono riusciti ad incastrare i ladri dopo un'attività d'indagine che li ha portati a cogliere i sospettati sul fatto a seguito di un lungo pedinamento

Uno degli arrestati

L’attività investigativa era partita circa un mese fa da alcuni furti consumati e tentati in abitazione nel comune di Marostica (VI). Da uno spunto investigativo, nato nelle prime fasi delle indagini, i carabinieri sono arrivati a pedinare alcuni soggetti che si trovavano a bordo di una Renault Clio. I militari, su auto di copertura, hanno dunque seguito gli spostamenti dei sospettati, dal Bassanese alla provincia di Treviso, precisamente nel comune di Loria, dirigendosi in una zona di aperta campagna.

Improvvisamente, i tre si sono fermati vicino ad una Audi Q3 e, sotto l’osservazione dei carabinieri, hanno rotto il vetro della portiera lato guidatore, si sono intrufolati all’interno dell’abitacolo uscendone pochi secondi dopo per poi allontanarsi a velocità sostenuta con il bottino, ossia una borsa con all’interno medicinali molto costosi, documenti ed effetti personali

I militari, nel frattempo, hanno iniziato nuovamente a seguirli chiedendo l’appoggio anche di altre pattuglie. I tre malfattori, intanto, hanno raggiunto Castelcucco e, percorse alcune strade in mezzo alle colline, si sono fermati su una strada bianca molto dissestata, nei pressi di due abitazioni. Si sono così avvicinati ad una di esse e, dopo aver suonato insistentemente al campanello dell’abitazione, hanno tentato di forzare una finestra senza riuscirvi, per poi avere la meglio sulla porta d’ingresso ed entrare in casa. Qui però hanno incontrato la proprietaria di casa che, sentito lo scampanellio e dei rumori strani provenienti dalla finestra e dalla porta, stava per aprire la porta.

Dopo qualche secondo il nomade entrato in casa è salito velocemente in auto dandosi poi alla fuga. A quel punto i militari, ottenuto l’appoggio dei carabinieri forestali di Asolo-Montegrappa, sono riusciti a bloccare i fuggitivi dopo un inseguimento di circa due chilometri, coadiuvati anche dalla pattuglia dei carabinieri di Asolo. Sottoposti a perquisizione personale e veicolare, ai tre sono stati rinvenuti numerosi oggetti atti allo scasso, nonché uno spray al peperoncino ed una pinza per avvicinamento. I tre soggetti, Michele Cari 26enne nato a San Donà di Piave (Venezia) ma domiciliato a Solagna (VI), Mario Cari 37enne nato Thiene (VI) e residente Solagna e Teresa Helt, 33enne nata Merano (BZ) ma residente Solagna, sono stati arrestati per furto su autovettura e tentato furto in abitazione. Dell’arresto dei tre è stata data tempestiva notizia al P.M. di turno presso la Procura di Treviso, il dottor Davide Romanelli, che nel concordare i provvedimenti adottati ha poi disposto la loro incarcerazione a Padova e Venezia, in attesa di convalida dell’arresto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento