Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Condannato a due anni perché rubava soldi ai bancomat: 48enne arrestato dai carabinieri

A finire prima in manette e poi agli arresti domiciliari è stato un cittadino bulgaro residente a Marghera. Utilizzava la cosiddetta tecnica "della forchetta"

TREVISO Nel pomeriggio di venerdì i Carabinieri della Stazione di Marghera (VE) hanno arrestato Stoilov Ivan Mitikov, un cittadino bulgaro 48enne, disoccupato e residente a Marghera. L'operazione dei militari è avvenuta sulla base di una sentenza a due anni di reclusione in regime di detenzione domiciliare emessa dalla Procura della Repubblica di Venezia per furto aggravato in concorso.

I fatti per i quali lo straniero è stato condannato sono avvenuti tra la fine del 2014 e la primavera del 2015, quando si era reso autore di alcuni furti di contante dai bancomat attraverso la tecnica della “forchetta”. L’uomo infatti collocava un apposito strumento nella slot della distribuzione dei soldi di alcuni sportelli bancoma,t dell’hinterland mestrino e della limitrofa provincia di Treviso, il quale serviva a trattenere il denaro prelevato dagli utenti e che veniva quindi poi rimosso quando questi si allontanavano ormai scoraggiati. Questa tecnica criminosa gli ha perciò permesso di recuperare ingenti quantità di denaro erogate dal bancomat, anche se fortunatamente in alcune occasioni le operazioni criminali non sono state completate per cause indipendenti dal volere del condannato o perché utenti più scaltri hanno rilevato la presenza del corpo estraneo segnalandolo alle forze dell’ordine.

Naturalmente questo tipo di azioni sono state svolte sempre nei fine settimana quando le banche erano chiuse e non si poteva segnalare la mancata erogazione all’istituto. L’uomo, rintracciato nella serata di venerdì dai Carabinieri, è stato quindi sottoposto alla detenzione domiciliare presso la propria abitazione di Marghera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato a due anni perché rubava soldi ai bancomat: 48enne arrestato dai carabinieri

TrevisoToday è in caricamento