Ladri acrobati in azione: quattro furti messi a segno in poche ore

I colpi sono avvenuti nei giorni scorsi a Cappella Maggiore e la frazione di Anzano. Si sono arrampicati fino alle finestre del secondo piano. Il Comune intensifica i controlli

Ladri acrobati scatenati nella zona di Cappella Maggiore. Nei giorni scorsi una banda di malviventi ha messo a segno quattro colpi nel giro di poche ore. In due casi non hanno trovato nulla da rubare ma, in altri due furti, sono riusciti a fuggire con un discreto bottino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", tutto è partito dalla piazza principale di Cappella Maggiore, sopra il bar Bucco. Verso le ore 21, quando il locale era ancora pieno di clienti, i malviventi si sono arrampicati al secondo piano entrando da una finestra nell'appartamento sopra il locale, per fortuna senza nessuno all'interno. Cercavano soldi e gioielli ma sono dovuti fuggire a mani vuote. Pochi minuti più tardi hanno messo nel mirino una villetta in Via Crispi. Anche in questo caso sono fuggiti dopo aver messo a soqquadro tutte le stanze senza però trovare nulla da portare via. I ladri sono andati a segno negli ultimi due colpi avvenuti ad Anzano. Dopo essersi arrampicati sui muri ed essere entrati dalle finestre di due abitazioni sono riusciti a rubare oro e gioielli. Il sospetto delle forze dell'ordine è che si tratti di una banda proveniente da fuori regione, specializzata in furti di questo tipo. Il Comune ha deciso di intensificare i controlli nelle ore cruciali della giornata sperando di poter limitare nuovi episodi di questo tipo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento