menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti di rame: 96 denunciati e mezzo milione di euro di multe

Sono i numeri di un'indagine della Polizia Ferroviaria di Pordenone svolta negli ultimi dodici mesi, relativa alla gestione dei rifiuti metallici

Novantasei persone denunciate e mezzo milione di multe: sono i numeri di un'indagine della Polizia Ferroviaria di Pordenone svolta negli ultimi dodici mesi, relativa alla gestione dei rifiuti metallici da parte di società e privati. Nell'ambito degli accertamenti, condotti anche tramite sofisticati impianti di videosorveglianza, perquisizioni e accertamenti contabili e amministrativi, le denunce ipotizzano reati ambientali, e per sei anche falsità in registri e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.

Le Procure della Repubblica di Pordenone e Treviso hanno coordinato le indagini in due distinti procedimenti penali, di cui quello di Pordenone svolto in collaborazione con la Polizia Locale della Provincia e quello di Treviso in collaborazione con la Guardia di Finanza di Conegliano. Sono state accertate e contestate, inoltre, violazioni amministrative per un totale di oltre mezzo milione di euro. L'indagine ha preso le mosse da una serie di accertamenti sui furti di rame in ambito ferroviario, giungendo poi all'individuazione di una serie di persone che avevano dato vita a un traffico non autorizzato di materiali ferrosi. Nei mesi scorsi era stato anche sequestrato un deposito con oltre venti tonnellate di rame. Il materiale non era iscritto nell'apposito registro dove andrebbe annotata la provenienza, l'utilizzo e l'eventuale successiva rivendita. (ANSA)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Zona gialla dal 26 aprile, Confcommercio: «Grande iniezione di fiducia»

  • Incidenti stradali

    Scontro in A4 tra due tir e un'auto: morto sul colpo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento