rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Centro / Via Roma

Black out in centro storico: studente 19enne rapinato

L'episodio è avvenuto nella notte di Pasqua in via Roma a Treviso. La vittima del furto è un giovane trevigiano, mentre i ladri sarebbero due giovani stranieri

TREVISO Serata di Pasqua amara per uno studente 19enne di San Lazzaro, M.B., il quale è stato derubato del suo cellulare mentre verso mezzanotte stava tranquillamente passeggiando lungo uno dei porticati di via Roma. Il giovane infatti, come riporta "il Gazzettino", è stato avvicinato da due giovani stranieri mentre si trovava nei pressi dell'armeria della zona. Lì, con la scusa di voler fare una telefonata, il duo ha iniziato a seguire il ragazzo che, in contemporanea, ha cercato di allontanarsi verso il Bastione Camuzzi. Ad un certo punto però uno dei due lo ha preso sotto braccio e gli ha sottratto il telefono da una tasca, per poi fuggire insieme all'amico verso la stazione ferroviaria.

Poco dopo però i due malviventi sono tornati sui loro passi e il 19enne, grazie ad alcuni passanti, è riuscito ad allertare i carabinieri che si sono messi subito sulle loro tracce. Purtroppo però i due ladri hanno svoltato verso Riviera Santa Margherita, che in questi giorni è colpita da un grave blackout ai lampioni, facendo così perdere le loro tracce. A nulla quindi probabilmente varrà la denuncia del giovane contro ignoti.

IL PARERE DEL CONSIGLIERE ACAMPORA - "Treviso è una città completamente insicura contrariamente a quanto vogliono farci credere gli slogan di Manildo. L'eredità che ci lascia la sinistra dopo 5 anni di amministrazione (e di Governo PD) è a dir poco allarmante e ci vorrà del tempo prima di risistemare le cose. Molte zone della città da diversi giorni sono completamente al buio; a prescindere dalle cause del blackout è rilevante notare come l'amministrazione e la Prefettura conoscendo questo disagio non abbiano organizzato un maggior presidio del territorio come la logica avrebbe voluto. Ciò soprattutto in virtù del fatto che le due serate di blackout erano festive quindi molta gente prevedibilmente sarebbe stata in giro, ma soprattutto era da considerare che alcune zone buie coincidevano con aree a rischio come via Roma, via Pescatori e zona stazione. Mi chiedo come sia possibile che a mezzanotte di Pasqua in stazione non ci fosse nemmeno un presidio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Black out in centro storico: studente 19enne rapinato

TrevisoToday è in caricamento