Furto in casa, chiama i carabinieri ma viene denunciato per possesso di droga

Giovedì sera, 5 novembre, un uomo di 43 anni residente a Casale sul Sile ha chiamato i carabinieri per segnalare un furto ai suoi danni ma in casa aveva hashish e marijuana

Volante dei carabinieri (Foto di archivio)

Erano le ore 20 di giovedì 5 novembre quando, in Via Bonisiolo a Casale sul Sile, un uomo di 43 anni ha chiamato i carabinieri dicendo di aver subito un furto in casa. Il suo tablet era sparito, rubato dai ladri. I militari dell'Arma sono intervenuti sul posto per i rilievi ma, durante il controllo della casa per capire se, oltre al tablet, erano stati rubati anche altri oggetti, è emerso che il proprietario aveva nascosto in una delle stanze 20grammi di marijuana e 20 di hashish. L'uomo è stato denunciato per possesso di droga ai fini di spaccio. All’esterno dell'abitazione i carabinieri hanno recuperato pochi minuti più tardi il tablet scomparso.

Pregiudicato in manette

Sempre giovedì 5 novembre nel pomeriggio, verso le ore 15, i carabinieri di Mogliano hanno arrestato M.B. 46enne residente a Venezia, pregiudicato, su ordine di custodia cautelare (revoca della sospensione precedente) emesso dal tribunale di Padova per reati contro il patrimonio. Dovrà scontare 1 anno e 10 mesi di carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento