rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca Gaiarine

Clienti delle prostitute agganciati in chat, 36enne arrestato dai carabinieri

Indagine del nucleo investigativo di Treviso: i militari hanno catturato un cittadino romeno che viveva a Gaiarine e risultava latitante

Nelle prime ore di ieri, 1 dicembre, i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, all’esito delle ricerche, hanno arresto un 36enne cittadino rumeno residente a Gaiarine, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, emesso dalle Autorità Rumene, per i reati di istigazione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, commessi in Romania. L’arrestato, tra il 2017 ed il 2019, si è reso responsabile, ripetutamente, dei predetti reati nei confronti di due sue connazionali, ottenendo dei benefici economici.

In particolare procacciava i clienti attraversi i social media e si impossessava di una parte dei guadagni che le due donne ricavavano. Ed inoltre era l’affittuario degli appartamenti ove le stesse si prostituivano. Disbrigate le formalità dell’arresto il 36enne è stato accompagnato presso la casa circondariale di Treviso, a disposizione della Corte di Appello di Venezia, competente per le esecuzioni di mandati di arresto europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clienti delle prostitute agganciati in chat, 36enne arrestato dai carabinieri

TrevisoToday è in caricamento