menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da gelataio a medico sportivo: visitava ma non aveva qualifiche

A finire nei guai un 50enne di Verona che per almeno un anno, dal 2012 al 2013, si è spacciato per dottore e ha firmato falsi certificati

TREVISO Per almeno un anno, dal 2012 al 2013, ha firmato decine e decine di certificati medici di idoneità sportiva senza avere nessuna qualifica. A finire nei guai, denunciato dai carabinieri dei Nas di Padova, un 50enne di Bosco Chiesanuova a Verona, imprenditore nel settore dei gelati divenuto, “miracolosamente”, medico.

Come scrivono i quotidiani locali, esercitava senza laurea e senza tesserino, per lo meno non quelli regolari: l’uomo, infatti, per ingannare tutti ha avuto l’accortezza di creare ad arte dei falsi talmente perfetti da sembrare veri. Laurea all’università di Padova con tanto di voto, 96/110, e tesserino prodotto sfruttando un caso di omonimia che gli ha consentito di rubare l’identità, e il numero di iscrizione, ad un dentista della Calabria.


Nel tempo è riuscito a crearsi un nome, studiando a fondo il mestiere e comprando anche una macchina per effettuare gli elettrocardiogrammi, tanto da arrivare a truffare diverse società sportive del Veneto, da Treviso a Vicenza. Un giochetto da ragazzi fino a quando, dopo una fattura, una delle società truffate si è accorta che il numero della partita Iva apparteneva ad un’azienda di gelati del Veronese. Nessuno sbaglio: a fare il dottore si era improvvisato l’imprenditore che, scoperto e denunciato, ha deciso ora di chiedere il patteggiamento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento