rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca

“Minori nella Rete”: il nuovo progetto per contrastare il fenomeno del cyberbullismo

I dipendenti di Generali Italia e Informatici Senza Frontiere insieme nelle scuole di Treviso per sensibilizzare i giovani all'utilizzo consapevole della rete e dei social media

TREVISO Generali Italia e Informatici Senza Frontiere, onlus nata nel 2005 che si occupa di colmare il divario digitale, hanno dato vita all’iniziativa “Minori e la Rete”, l’obiettivo è quello di contrastare il fenomeno del cyberbullismo attraverso attività di educazione e formazione nelle scuole medie. I dipendenti di Generali Italia che lavorano nell'area informatica della sede di Mogliano Veneto hanno messo a disposizione le loro competenze professionali per un'attività di sensibilizzazione all'uso consapevole della rete rivolta agli studenti delle scuole delle provincie di Padova e Treviso, per un totale di 60 ore donate come volontariato di impresa.

Un fenomeno, quello del Cyberbullismo che in Veneto è stato vissuto da vicino dopo un recente tragico episodio. "Questa iniziativa mi ha dato la possibilità di entrare nelle aule scolastiche e parlare con i ragazzi di consapevolezza, di rischi, di responsabilità ma anche delle opportunità dello stare connessi. Un'esperienza che mi ha emozionato ed arricchito nel profondo" è quanto ha dichiarato uno dei volontari. L’iniziativa "Minori e la Rete" fa parte del  progetto di Generali Italia "Piccoli gesti, grandi azioni", che ricomprende tutte le iniziative a cui i dipendenti, con il sostegno dell'azienda, dedicano volontariamente risorse, conoscenze, valori ed esperienze personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Minori nella Rete”: il nuovo progetto per contrastare il fenomeno del cyberbullismo

TrevisoToday è in caricamento