Cronaca

Treviso, gli insegnanti per il doposcuola assunti dai genitori

L'associazione Canguro Fanna ha lanciato l'iniziativa per consentire una copertura dell'orario in particolare per i genitori che lavorano

TREVISO — Una forma di welfare fai da te: i genitori diventano imprenditori e assumono a tempo indeterminato gli insegnanti del doposcuola per i loro figli. L’iniziativa è stata messa a punto da un’associazione di Treviso, “Canguro Fanna”, nata dall’idea di alcuni genitori della scuola primaria Ippolita Fanna.

Sono sette gli insegnanti che grazie a questo progetto assicureranno il doposcuola tutti i giorni fino alle 16.30. Avere delle maestre disponibili per il pomeriggio, infatti, spesso per i genitori che lavorano è una vera e propria necessità. Un’esperienza nata alcuni anni fa e che prosegue, con tanto di richieste di istruzioni per replicare l’idea anche in altre città d’Italia. L’associazione “Canguro Fanna” ha un bilancio di 100mila euro. I ricavi, come scrive la Tribuna di Treviso, si limitano alle quote dei genitori. Circa 40 o 80 euro al mese.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso, gli insegnanti per il doposcuola assunti dai genitori

TrevisoToday è in caricamento