rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca Conegliano

Precipita per 700 metri lungo un canalone dolomitico: grave un alpinista 33enne

Giacomo Schenardi, originario di Conegliano e già vicecapo del Soccorso alpino del Centro Cadore, è ora ricoverato all'ospedale Ca' Foncello ma non è in pericolo di vita

CONEGLIANO Una sciata in compagnia di amici si è quasi tramutata in tragedia nella mattinata di lunedì. Erano infatti circa le 11.30 quando, lungo il canale Oppel sull’Antelao (a Calalzo di Cadore), il 33enne originario di Conegliano ma residente a Domegge Giacomo Schenardi è improvvisamente precipitato per 700 metri verso valle. Il ragazzo, già vicecapo del Soccorso alpino del Centro Cadore e guida alpina della scuola cortinese Dolomiti Ski Rock, si trovava infatti sul pendio con altri due alpinisti esperti, quando pare sia venuto a mancare improvvisamente un appoggio per un salto. 

Una volta precipitato, come riporta "la Tribuna", subito i compagni di avventura hanno allertato i soccorsi che in breve sono giunti sul posto con l'elicottero del Suem. A quel punto, fatti sbarcare medico e soccorritore nel luogo dell'incidente, Schenardi è stato prima medicato d'urgenza sul posto e poi trasportato all'ospedale Ca' Foncello di Treviso dove si trova ora ricoverato nel reparto di Rianimazione a causa dei politraumi riportati nella caduta, anche se fortunatamente non si trova in pericolo di vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita per 700 metri lungo un canalone dolomitico: grave un alpinista 33enne

TrevisoToday è in caricamento