rotate-mobile
Cronaca

Giochi in piazza, Assessore Michielan: "questa è la smart city che sognavamo"

"La piazza di Santa Maria dei Battuti è il frutto più evidente di questo progetto – afferma Michielan – un nuovo spazio libero dal traffico automobilistico e completamente accessibile a tutti, un nuovo spazio aperto anche al gioco dei bambini"

TREVISO Una nutrita rappresentanza dell’associazione “PerTreviso” si è incontrata ieri sera all’Hotel Al Fogher, per tracciare un bilancio dell’attività svolta a servizio dell’Amministrazione Comunale a quattro anni di distanza dalle elezioni. "In questi giorni diversi esponenti dell’opposizione stanno rivendicando a gran voce il diritto e la libertà dei bambini di giocare nelle piazze – esordisce il presidente Ofelio Michielan – la prima cosa che mi viene da pensare è che se ne accorgono solo ora… meglio tardi che mai. Dobbiamo esserne fieri, perché questo significa che qualcosa sta veramente cambiando nella nostra città: se i bambini stanno tornando a giocare nelle piazze, abbandonando uno stile di vita sedentario, è perché gliene abbiamo dato l’opportunità, concretizzando in questi quattro anni alcune linee programmatiche fondamentali della nostra lista. Questa è la smartcity che sognavamo".

"La piazza di Santa Maria dei Battuti è il frutto più evidente di questo progetto – prosegue Michielan – un nuovo spazio libero dal traffico automobilistico e completamente accessibile a tutti, un nuovo spazio aperto anche al gioco dei bambini. Agevolare la pratica dell’attività fisica all’interno della città è un concetto smart, perché la smartcity funziona come un organismo, dove ogni componente concorre al benessere economico, sociale e anche fisico dei cittadini".

"A tal proposito, l’Amministrazione sta sviluppando altre progettualità, come quella di MiMuovo a Treviso, con la creazione di otto macropercorsi per favorire il movimento spontaneo e il benessere. Un valore che i trevigiani stanno riscoprendo, prova ne è il successo registrato da molti eventi sportivi organizzati nella nostra città: a parte Treviso Marathon, che resta la gara tradizionale della nostra provincia, cito le manifestazioni podistiche cittadine Mezza di Treviso, Cinque alle Cinque, Corritreviso e Treviso in Rosa (queste ultime tre, in particolare, hanno inserito piazza Santa Maria dei Battuti nei loro percorsi).  Treviso in Rosa, poi, merita una menzione speciale: partita tre anni fa con 1600 iscritte, quest’anno ha toccato quota 11960 partecipanti".

"Lo sport e il benessere psico-fisico continueranno ad essere un elemento centrale della nostra azione amministrativa – conclude Michielan – ovviamente c’è ancora molto da fare, vogliamo migliorare le infrastrutture sportive della nostra città, creando nuovi spazi di incontro e di aggregazione soprattutto per i giovani: penso, ad esempio, al parco Eolo, che restituiremo riqualificato ai residenti del quartiere di Selvana, facendone un parco sportivo dove praticare diverse discipline, gestito dalle associazioni e accessibile a tutti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi in piazza, Assessore Michielan: "questa è la smart city che sognavamo"

TrevisoToday è in caricamento