Oggi è la giornata del dialetto: la festa in Veneto tra prosa e poesia

Una identità che le Pro Loco Unpli non mancano di promuovere anche in questa data simbolica attraverso 4 appuntamenti. Si parte stasera a Sospirolo per poi fare tappa nei prossimi giorni a Chioggia, Rovigo e Noale

Paolo Steffan

TREVISO Si celebra oggi la Giornata Nazionale del Dialetto. Dialetto o lingua, il veneto resta in regione la prima forma di espressione per sette abitanti su dieci. Una vivacità che viene dalla storia, dal legame col territorio e dalle tante declinazioni locali. Una identità che le Pro Loco Unpli non mancano di promuovere anche in questa data simbolica attraverso 4 appuntamenti. Si parte stasera a Sospirolo (BL) per poi fare tappa nei prossimi giorni a Chioggia, Rovigo e Noale.

Oggi è anche l’occasione per Unpli Veneto di annunciare i vincitori del Concorso Nazionale “Salva la tua lingua locale” che verranno premiati il 9 febbraio in Campidoglio a Roma. “Fa particolarmente piacere vedere che intellettuali della nostra regione abbiano partecipato, anche su sollecitazione delle nostre Pro Loco, a questo concorso e abbiano conquistato i primi posti. In particolare – afferma Giovanni Follador, presidente Unpli Veneto - ci rende davvero orgogliosi vedere che si tratta di giovani che, attraverso la poesia e la prosa per il teatro, hanno plasmato la lingua veneta rendendola materia viva, reale, parlata e, innalzandola nell’arte, dimostrano quale sia il reale valore di questo patrimonio immateriale, lontano da dimensioni folcloristiche, se ancora c’era bisogno di sottolinearlo”.

Primo posto quindi, nella sezione prosa edita, a Renzo Cremona (foto in basso), 46 anni di Chioggia, un artista che “vive all’interno della lingua”, come lui stesso si definisce. Docente e traduttore di cinese, neogreco, portoghese, georgiano, cultore di italiano e latino, ha compiuto un itinerario formativo vastissimo per ritornare con l’opera “Fossa Clodia” alla sua città (è infatti l’antico nome di Chioggia) e alla sua lingua. Sabato 21 Gennaio 2017, ore 18.00, la Pro Loco di Chioggia – Sottomarina dedica un omaggio a Cremona con "Le paròle le fà busi, rappresentazione teatrale in dialetto veneto tratta dalla sua opera.

Secondo premio, sezione Poesia Inedita, per il 26enne di Castello Roganzuolo di San Fior (Treviso), il giovane Paolo Steffan che ripercorre la grande tradizione poetica di Andrea Zanzotto, recuperando parole legate al paesaggio e al territorio dell’Alta Marca Trevigiana. Segnalazione anche per la veronese Nerina Poggese, tra i finalisti della Prosa Inedita. Menzioni speciali per le Pro Loco venete impegnate con iniziative in difesa del dialetto: Consorzio Pro Loco Basso Veronese, Pro Loco Chioggia – Sottomarina; Pro Loco Montebelluna, Pro Loco Romano d’Ezzelino. La Giuria del Premio Nazionale (composta da Pietro Gibellini, Ugo Vignuzzi, Franco Loi, Vincenzo Luciani, Luigi Manzi, Cosma Siani, Toni Cosenza) è stata guidata a lungo dal prof. Tullio De Mauro in ricordo del quale si apriranno le premiazioni a Roma. A seguire calendario appuntamenti in Veneto da oggi al 3 febbraio.

Renzo Cremona-2

GIORNATA NAZIONALE DEL DIALETTO – MANIFESTAZIONI IN VENETO

Pro Loco Monti del Sole - Sospirolo, Belluno

Martedì 17 gennaio 2017 ore 20.30

La compagnia Teatro Tre (Università Adulti-Anziani di Belluno) presenta la commedia in dialetto bellunese e veneziano “Per fortuna c’è il teatro” omaggio a Giacinto Gallina  – Ingresso Libero

Centro civico di Sospirolo 

320 3342082

proloco@sospirolo.net

Pro Loco di Chioggia e Sottomarina, Venezia

Sabato 21 Gennaio 2017 - ore 18.00

"Le paròle le fà busi"

Rappresentazione teatrale in dialetto veneto tratta dall'opera "Fossa Clodia" di Renzo Cremona con premiazione poeta veneto vincitore concorso nazionale

Sala polifunzionale Museo Civico della Laguna Sud - Campo Marconi - Chioggia – Ve

Pro Loco Canaro, Rovigo

28 gennaio alle ore 21

Lettura di proverbi e poesie in dialetto.

presso il Teatro Comunale

Pro Loco Noale, Venezia

3 febbraio 2017 alle ore 20.45

Serata dedicata al dialetto veneto parlato nelle Americhe dall’emigrazione veneta che ha compiuto 141 anni. Saranno illustrati alcuni importanti libri che raccontano la storia e la cultura, anche musicale, dei nostri migranti oltreoceano. Inoltre, saranno mostrate toccanti testimonianze video dell’emigrazione di ieri e di oggi, dalle navi ai volti, dalla sofferenza alla speranza, dalla miseria alla gioia per avercela fatta. Verrà poi ricordato il folclore tramite le musiche e le poesie dei migranti, tramite i giochi tipici, i canti, la culinaria e il valore della fede.

Presso la Sala San Giorgio a Noale

Telefono 3936511212

giorgiamiazzo@gmail.com

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento