Giornata Mondiale dell'Osteoporosi: visite gratuite al Centro di Medicina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Grazie alla presenza della tecnologia DEXA (Densitometria Ossea) e dell’Unità per la diagnosi e la cura dell’osteoporosi, il Centro di Medicina invita i pazienti ad aderire all’iniziativa a Conegliano e Treviso

L’osteoporosi è una malattia che colpisce prevalentemente le donne, soprattuitto dopo la menopausa. In Italia, infatti, si stima che colpisca un milione di uomini e tre milioni e mezzo di donne. In occasione della Giornata Mondiale dell’osteoporosi (20 ottobre), il Centro di Medicina, rete di strutture sanitarie private e convenzionate, lancia la sua campagna di prevenzione e sensibilizzazione in provincia di Treviso, nelle sedi dove dispone della apparecchiatura DEXA, di Villorba e Conegliano.

Grazie alla disponibilità e collaborazione della Unità per la diagnosi e la cura dell’osteoporosi del Centro di Medicina, formata dagli specialisti dottor Claudio Dotta, dottoressa Maria Rosa Orlando e dottor Paolo Nalin, e dai tecnici radiologi, verranno effettuate nella settiman del 20 ottobre una serie di visite ed esami a titolo gratuito che i pazienti potranno prenotare telefonicamente o direttamente presso le sedi.

“Per il quarto anno consecutivo partecipiamo a questa iniziativa coinvolgendo numerosi pazienti perché crediamo fortemente nella prevenzione come azione fondamentale per salvaguardare il proprio stato di salute e la propria condizione familiare di vita.  – spiega l’amministratore delegato, Vincenzo Papes – In quest’ottica, ogni anno il Centro di Medicina investe notevoli risorse sia per apparecchiature sanitarie all’avanguardia sia nella formazione del personale, per poter dare un servizio diagnostico di alto profilo”.  

Grazie alla presenza di un’apparecchiatura di ultima generazione (Densitometria Ossea DEXA), il Centro di Medicina effettua ogni anno circa 3.000  esami per la diagnosi dell’osteoporosi. “Questa malattia, caratterizzata da una eccessiva perdita di calcio e di altri minerali dallo scheletro, nella gran parte dei casi si manifesta con una frattura improvvisa e inaspettata, e questo diventa un fattore gravemente invalidante soprattutto dopo una certa età.  – spiega la dottoressa Maria Rosa Orlando – A questo trauma fisico va aggiunto quello psicologico. Si parla del 20% delle donne che muore a distanza di un anno dalla frattura e il dato è ancora più elevato se rapportato agli uomini. Per questo diventa fondamentale la prevenzione nella diagnosi e in questo la densitometria ossea è considerata la tecnologia disponibile più affidabile”.

Per informazioni e adesioni contattare la Segreteria del Centro di Medicina di Conegliano (Tel. 0438/66191 int. 3) e di Treviso (Tel. 0422/ 698111 int. 2).

Torna su
TrevisoToday è in caricamento